Crowdfunding: giro di boa

Siamo a metà della corsa, il ventesimo dei 40 giorni di durata del crowdfunding. In questo periodo, grazie a voi, abbiamo già superato il 200% rispetto all’obiettivo iniziale! Come promesso, dato che abbiamo oltrepassato i mille euro, stiamo preparando gli adesivi e i segnalibri che regaleremo a tutti quelli che preordinano il libro! Siccome mancano ancora 20 giorni,…

Crowdfunding, giorno 6 – nuovo obiettivo!

A pochi giorni dall’inizio della campagna, abbiamo già raggiunto l’obiettivo minimo per il finanziamento. Grazie a tutti per la vostra generosità… non ci aspettavamo tanto calore, ci avete davvero stupito! Visto il successo, abbiamo un nuovo obiettivo: raggiungere la quota di 1.000 €. Questo importo ci permetterà di stampare più copie, raddoppiando la tiratura inizialmente prevista, ottenendo risparmi…

Crowdfunding, giorno 1

Ieri è partito il crowdfunding su Eppella per finanziare il nostro libro. A ventiquattr’ore dal via, possiamo dire di essere rimasti senza parole! Siamo già oltre la metà dell’obiettivo, siete stati generosissimi e ciò ci fa sentire davvero onorati. Un grazie particolare va anche a tutti quelli che ci hanno aiutato col passaparola, condividendo il…

Il rospo del monte Pallano

L’Abruzzo è ricco di tesori leggendari, sepolti in luoghi irraggiungibili, oppure nascosti nelle profondità di lunghe e tortuose caverne… Uno di questi tesori si troverebbe proprio in una grotta, da qualche parte sul monte Pallano. Ma non è così facile recuperarlo: la spedizione speleologica è faticosa e irta di pericoli, ma come se non bastasse…

Il polpo di Tellaro

Notte di tempesta. Uno spaventoso tentacolo si alza dalle onde. Gigantesco, si avvolge sul campanile della chiesa di Tellaro, quella sulla rupe, proprio a picco sul mare. E’ un polpo enorme. Che intenzioni ha? Non certo buone, si direbbe. Forse vuole distruggere la chiesa? No! Il polpo sta suonando le campane. È come se volesse…

Il Dahu

Sulle montagne della Valle d’Aosta vive il Dahu, animale con la rarissima caratteristica di essere asimmetrico. E’ simile ad un camoscio, anche se ha qualcosa dello stambecco. Ma la sua vera particolarità è di avere le zampe più corte su un lato. Questo accorgimento gli permette di stare comodo sui ripidi pendii delle montagne: le…

Il Santo e il Tarantasio

“Nel lago Gerundo abitava il drago Taranto, per gli amici Tarantasio. Poi non so quanti amici abbia avuto, perchè come tanti draghi Tarantasio difettava di igiene corporea, per usare un eufemismo. Le esalazioni velenose del suo corpo appestavano le acque, e anche il suo fiato non scherzava: bastava un’alitata per rendere l’aria irrespirabile. La gente…